05 aprile 2006

capitalisti

statevi accuorti gente, quando si dice che si abboliscono le tasse, vuol dire che o lo stato fa rientrare quei soldi tramite un sistema di tassazione indiretta e/o diretta (vedi sigarette, carburanti, ecc) o priva il cittadino di un determinato servizio.
se si verifica la seconda ipotesi, molto probabile, quel servizio verrà fornito con molta probabilità da un gestore privato.
ora, come ben sappiamo il capitalista privato tende, anche se utopisticamente, ad una gestione del proprio prodotto di tipo monopolistico e lucroso, altrimenti farebbe un altro lavoro.
lo stato quando propone un servizio, nonostante la corruzione latente di ogni amministrazione, tende a privilegiare un bene comune, in ordine di risparmio ed efficienza.
ora noi italiani sappiamo che in realtà la politica fa affari con gli affaristi, e che molte gare d'appalto sono dubbie, però almeno lo stato nell'esercizio della sua funzione è un entità contollabile, e chi la dirige deve rispondere ad un certo punto agli elettori, oltre che a vari organi di controllo amministrativi, percui oltre una certa soglia non può esagerare.
il capitalista no, lui può e deve fare di tutto per lucrare, e nessuno può impedirglielo se non un consiglio direttivo della propria azienda e/o un consiglio degli azionisti.
ma questi ultimi tendono esattamente allo stesso scopo del capitalista, percui ogni cosa è cifra, ogni cosa è percentuale, e il sommo gaudio sta nell'incremento di entrambi.
per questo statevi accuorti quando dite, viva la privatizzazione, abbasso lo stato, abbasso le tasse.
da bravi cittadini dobbiamo invece esercitare la nostra funzione di controllo, e di vigilanza.... è da remissivi e incapaci, oltre che da pigri, delegare l'amministrazione di servizi essenziali a persone e/o aziende che in noi non vedono che consumatori..... siamo cittadini... ed ogni tanto dovremmo gridarlo forte a chi fa di tutto per cambiare la nostra percezione di stato, la democrazia non la libertà di votare, la democrazia è la libertà di partecipare.

1 Comments:

Blogger Vero said...

Siamo l'unico stato europeo in cui il referendum popolare puo' essere solo abrogativo e non propositivo di nuove leggi... Questa e' la grande democrazia italiana!

16:09  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home


create your own visited country map or check our Venice travel guide